Modalità di preparazione
In padella: versare i burger in padella e scaldare per 5 minuti a fiamma media avendo cura di rigirare il prodotto spesso. Aggiungere preventivamente un filo d’olio in base alle preferenze.

In forno tradizionale: estrarre i burger dalla vaschetta e metterli in un contenitore idoneo per la cottura. Inserire il contenitore nel forno per 10 minuti a 180° C.

Modalità di conservazione
Conservare in frigorifero da 0° a + 4° C. Una volta aperta la confezione consumare entro 24 ore.

%GDA = Assunzioni di riferimento di un adulto medio (8400 kj / 2000 kcal)
%NRV = Valori nutritivi di riferimento. I RI indicati sono basati sulle raccomandazioni ufficiali e sono una guida, non un obiettivo.

Alto contenuto di
Proteine • Fibre
Fonte di
Ferro • Calcio • Iodio • Vitamina B12
Contiene
Omega 3

Senza glutine • Senza grassi idrogenati • Senza lattosio • Soia no OGM

4 x 50g

Visualizza la scheda

Ingredienti
Proteine di soia testurizzata reidratata 72%, olio di semi di girasole, pomodoro, fibre vegetali, basilico 2,5%, cipolla, concentrato di pomodoro, alghe marine, alga Kombu (Laminaria Digitata) 1,2%, gelificante (E466), olio di semi di lino, conservante (sorbato di potassio), spezie.

PREPARAZIONE ALIMENTARE A BASE DI SOIA

Kombu
Il termine kombu può riferirsi ad almeno due alghe brune della classe delle Feoficee: Saccharina japonica (Giappone) e Laminaria digitata (Bretagna).
È un’alga ricca di polisaccaridi e minerali come ferro, calcio, iodio, magnesio, e viene raccomandata in casi di sclerosi, nel trattamento delle artriti, nell’iper e ipotensione, negli squilibri ghiandolari, nelle malattie polmonari, e cardiovascolari, malattie della tiroide, come anche nella prevenzione delle malattie degenerative.
Tale alga è ricca di acido alginico, forte sostanza collosa che sostiene la struttura della pianta e che la rende abbastanza flessibile tanto da sopportare l’andirivieni della risacca, tipica del suo habitat naturale.
L’acido alginico di per sé non è digeribile ed ha un forte potere legante, agisce come un depurativo naturale dell’intestino, raccogliendo le tossine lungo le pareti del colon e consentendo la loro naturale eliminazione; la kombu rinforza anche l’intestino e una preparazione giapponese conosciuta come shio-kombu è stata usata per molti secoli come rimedio per lacolite.
La kombu contiene anche due zuccheri semplici: glucosio e mannitolo. È una delle alghe più ricche di iodio e per secoli i cinesi l’hanno usata per curare il gozzo endemico.